Addio a Rita Levi Montalcini: donna, scienziato, esempio.

Premio Nobel e senatore a vita, si è spenta nella sua abitazione di Roma, a 103 anni. Nacque a Torino il 22 aprile 1909 e vinse il Nobel per la Medicina nel 1986, per la sua scoperta del fattore Ngf.

Corpo esile, occhi limpidi e forza da leone, che l’hanno portata a scontrarsi ed a vincere tante difficoltà. Dall’iscrizione all’università di medicina, contro il volere del padre, alla realizzazione di un laboratorio in casa, per sfuggire alle leggi razziste, passando per lo scetticismo del mondo scientifico sull’importanza della sua scoperta, per il quale ha lavorato quasi 30 anni negli Stati Uniti.

Simbolo della ricerca italiana e mondiale, umile e piena di forza, è stata sempre un esempio per ogni generazione, di ricercatori e non: “Dico ai giovani: non pensate a voi stessi, pensate agli altri. Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente. Non temete le difficoltà: io ne ho passate molte, e le ho attraversate senza paura, con totale indifferenza alla mia persona.”

rita-levi-montalcini

Rita Levi Montalcini nel 1986 vinse il Premio Nobel per la medicina grazie alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa. È stata la prima donna ad essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001 venne nominata senatrice a vita, dall’allora presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, che la scelse per i suoi meriti sociali e scientifici.

Famose le sue parole: “Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.”

Grande passione per il supporto dei giovani ed in particolare delle donne.

La scomparsa di Rita Levi Montalcini è un gravissimo lutto per l’Italia e per tutta l’umanità. Ha rappresentato la coscienza civile, cultura e lo spirito di ricerca del nostro tempo ed ha saputo mettere insieme il rigore scientifico col massimo livello di umanità. “La mia intelligenza? Più che mediocre. I miei unici meriti sono stati impegno e ottimismo”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...