Grillini e la Rete: in Sicilia il programma si costruisce assieme

Dopo la traversata dello Stretto di Messina, definita storica dallo stesso Grillo, al pari dello sbarco di Garibaldi e degli Americani, parliamo del modo alternativo di stilare il programma del Movimento 5 Stelle. Cosa cambierà dai vari copia ed incolla ai quali siamo abituati? Prende forma online, sfruttando la piattaforma LiquidFeedback, in modo collaborativo, tra tutti gli iscritti siciliani al movimento.

Strategia diversa dagli avversari, ma d’altronde, il (non) partito, della rete ha fatto sempre la sua forza. Attivisti e simpatizzanti stanno utilizzato la piattaforma di democrazia liquida LiquidFeedback. Per partecipare alla discussione, bisogna fornire al movimento il proprio indirizzo email, carta d’identità e meetup (gruppo locale) di appartenenza. Il gruppo siciliano, a differenza degli amici bergamaschi, che usano già la piattaforma, prevedendo un iter di inserimento, pone come unica condizione l’iscrizione al movimento.

LiquidFeedback è stato messo in campo appositamente per la stesura del programma, quindi non verrà, fino al dopo elezioni, utilizzato per altro motivo. Discussioni pertinenti, ma di scarso interesse, non vengono incoraggiate dalla comunità e “cadono da sole”, coerentemente con le caratteristiche della piattaforma social. Per dare ordine agli spunti proposti dagli utenti, verranno organizzati per aree tematiche, le cinque del Movimento: Sviluppo, Ambiente, Cittadini, Legalità e Cultura. Il primo gruppo degli attivisti struttura la bozza e successivamente viene migliorata con annotazioni, aggiunte ed idee. I rappresentanti parlano di svariate centinaia di partecipanti, che decidono di delegare i propri voti a personaggi più competenti, funzione importante della piattaforma.

Undici i dibattiti al momento, tra appena aperti, in discussione ed in votazione, che proseguiranno fino alla stesura del programma definitivo. Questo, verrà presentato ad una settimana dalle elezioni, e l’intenzione dei responsabili è quella di mantenere un continuum di discussione, anche durante l’eventuale legislatura.

Insomma, fra integrazione dei cittadini stranieri, la diffusione della moneta alternativa Scec, la promozione e divulgazione di concetti base del software libero e la costituzione di un portale che sia di supporto alla Pubblica amministrazione ed ai privati, il Movimento 5 Stelle affronta in modo concreto, partecipativo ed attivo, temi di pubblico interesse, presentando in modo trasparente le proprie azioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...