Wi-Fi sui frecciarossa!

Era il lontano 2003, quando Trenitalia… No, no, non è come pensate! Non sono un veterano di guerra, che racconta ai nipotini di come si stava meglio quando si stava peggio, ma un cittadino italiano, che ricorda promesse non mantenute, o almeno posticipate!

Promesse come quelle di sette anni fa, che proprio in questi giorni viene, finalmente, mantenuta:

la banda larga sui Frecciarossa delle Ferrovie dello Stato, dal prossimo 12 dicembre.

La novità, che prevede la possibilità di collegarsi al Web senza fili sui 60 treni che sfrecciano ad alta velocità fra Torino e Napoli, sarà erogato gratuitamente per il primo mese di attività, previa identificazione dell’utente, visto che il vincolo Pisanu sarà attivo fino all’ultimo giorno dell’anno.

Per tracciare la navigazione dei passeggeri, il sistema chiederà i dati della carta di credito applicando il pagamento simbolico di un centesimo di euro.

Anche l’amministratore delegato del Gruppo FS spera che la liberalizzazione del segnale Wi-Fi, sia totale, per permettere una più veloce fruibilità del servizio.

Purtroppo, però, l’escamotage che Trenitalia vuol usare, per l’identificazione dei websuerfer, solleva due perplessità:

La prima, è riferito alla dinamica dell’identificazione, la quale, secondo il decreto, prevede che debba avvenire attraverso un documento di identità e tale, certamente, non è la carta di credito.

La seconda, è riferito all’uso stesso della carta di credito, che taglia fuori quei clienti, i giovani per esempio, che non sono in possesso di tale oggetto, in un momento nel quale, il primo mese di prova, FS e Telecom hanno bisogno di testare l’interesse degli utenti, così da stabilire il prezzo da applicare alla connessione.

Non necessiterà, invece, alcun pagamento il collegamento alla rete 3G, potenziato da un massiccio intervento sull’infrastruttura radiomobile Umts: le telefonate da cellulari e smartphone non saranno più interrotte dai passaggi in galleria e la navigazione mediante chiavetta o dispositivi mobili di varia natura sarà più agevole. Le prestazioni sopra elencate si devono all’installazione di 100 km di fibra ottica e 74 nuovi nodi lungo 1.000 km di linea, lungo i quali si snodano un’ottantina di gallerie dotate di oltre 200 antenne. I convogli sono corredati di un’antenna esterna, di un ripetitore Umts ed un access point presenti in ogni carrozza.

Il tutto ha comportato un investimento di 50 milioni di euro, la metà erogata da Telecom.

Ma questo investimento, non coincide con l’assenza dei suoi avversari, sul campo: a partire dal prossimo anno anche gli altri operatori mobili attivi in Italia potranno usufruire delle infrastrutture. Ovviamente potenziando il collegamento e strutturando le loro offerte. Probabilmente tutto questo sarà pronto entro la prossima primavera.

Durante il prossimo anno sarà, inoltre, creata un’offerta di contenuti multimediali di informazione e intrattenimento accessibili mediante un portale realizzato appositamente.

Insomma, adesso possiamo gridare al miracolo tecnologico di internet sul treno!

Certo è che, gli anni di ritardo rispetto non solo agli annunci (del 2003!), ma anche rispetto al resto d’Europa, ci portano a guardare queste innovazioni con un occhio di perplessità. Il motivo?

Bé ovviamente il fatto è che, sui treni per il trasporto locale, non abbiamo neppure delle prese per poter ricaricare i computer portatili, altro che Wi-Fi, ovviamente sempre che i treni partino!

Insomma, ci stiamo abituando a guardare in modo pragmatico al futuro dell’innovazione Italiana. Visti i precedenti, almeno non rischiamo di aspettarci troppo, ed è questo il problema principale.

Fonte: CataniaPolitica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...